Comunicazione Empatica e Nonviolenta

Ogni conflitto è l’espressione tragica di un bisogno non soddisfatto”
M. Rosenberg


La Comunicazione Nonviolenta è stata fondata da Marshall Rosenberg negli anni ’60 ed oggi è praticata in tutto il mondo. E’ uno strumento estremamente efficace per trasformare i conflitti in occasioni di condivisione e comprensione reciproca e per apprendere un nuovo modo di comunicare che ci permette di connetterci autenticamente a noi stessi e agli altri.

Alla base della nostra vita c’è il desiderio profondo di contribuire alla propria felicità e a quella degli altri. L’ostacolo fondamentale a questo desiderio è il linguaggio che abbiamo appreso – molto lontano dal nostro “linguaggio naturale” – che porta a disconnetterci da noi stessi e dal mondo che ci circonda.

Imparare semplicemente a comunicare con se stessi e con gli altri con compassione grazie ad una COMUNICAZIONE EMPATICA ci permette di:

  • riconoscere i nostri sentimenti ed emozioni
  • identificare e abbracciare ciò che anima le nostre scelte e le scelte degli altri (il nostro compagno/a, i nostri figli, i nostri genitori, i nostri amici, i nostri colleghi e anche coloro che apparentemente sembrano molto lontani)
  • identificare e trasformare i nostri pensieri e giudizi
  • ascoltare noi stessi e gli altri con empatia

L’Associazione MIRAI si propone di organizzare e promuovere progetti di formazione per la diffusione di una comunicazione empatica e nonviolenta, integrata ad approcci artistici, dedicata a bambini, giovani e adulti.

L’obiettivo principale è la diffusione di questo tipo di comunicazione in campo educativo, attraverso la formazione di insegnati ed educatori nelle scuole ed in altre istituzioni.


Ti piacerebbe attivare un Progetto di Comunicazione Empatica e Nonviolenta?

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close